Crea sito

Pennelli

Breve riassunto della puntata precedente

Io sono l’agente Shimmer, al servizio de “Le Blogger siamo noi” e sono stata selezionata per testare due prodotti antiage dell’Azienda Lepo.

Il Comando mi ha ritenuta idonea, grazie al mio ruolo di attivista nella lotta contro la pelle mista, la disidratazione e le zampacce di gallina: sono implicata in un traffico nazionale ed internazionale di cosmetici, allo scopo di procurarmi tonnellate di armi bio provenienti da tutto il pianeta

La mia identità è avvolta da un alone di mistero, tuttavia numerosi testimoni sono pronti a giurare di aver avvistato mie tracce nei principali gruppi Facebook, soprattutto in occasione di promo, acquisto di box profilate e utilizzo/divulgazione di codici sconto

Attualmente sulla mia testa pende una generosissima taglia, offerta dalla Visa.

L’obiettivo di questa missione è ottenere la “pelle perfetta”: un misterioso emissario mi ha lasciato un pacco fuori dalla porta, ho svolto la prima parte delle verifiche/test (qui tutti i dettagli) e mi accingo a portare a termine il delicato incarico.

9 gennaio 2018 13,20 p.m. zulu time

Ho applicato l’olio booster per la prima volta, nell’attesa che prenda confidenza con la pelle inizio a dare uno sguardo alla scatola rosa.

Toh, un fondotinta: eh, alla Lepo piace vincere facile…” penso, rigirandola tra le mani: come quella del siero contiene istruzioni in quattro lingue europee, oltre all’italiano, ed anche qui ritrovo ulteriori indicazioni in codice:

  • Senza profumo, parabeni, siliconi, PEG ED EDTA, DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
  • NICKEL TESTED, ICEA, COSMOS ORGANIC, VEGAN OK
  • 20 ml di prodotto, ed anche qui ho 12 mesi di tempo per completare il PAO

Contiene un flacone in vetro, identico a quello del siero, anch’esso dotato di pipetta contagocce, che permette di dosare alla perfezione il quantitativo da utilizzare.

[A true love story] Bio Elisir Olio Booster – Lepo

Agitare bene prima dell’uso!!!!” intima un avvertimento, ben evidenziato.

Sì, lo farò, ma non prima di aver provato a decodificare la formula:

Ingredienti/Ingredients

Prunus amygdalus dulcis (Sweet Almond) Oil*, Simmondsia chinensis (Jojoba) Seed Oil*, Macadamia ternifolia Seed Oil*, Undecane, Dicaprylyl Ether, Tridecane, Coco-Caprylate/Caprate, Oryza sativa (Rice) Starch*, Silica, Alcohol**, Kaolin, Mica, Hydrogenated Castor Oil, Triticum vulgare (Wheat) Starch*, Balanites Roxburghii Seed Oil*, Aluminum Hydroxide, Tocopherol, Sodium Lauroyl Glutamate, Lysine, Helianthus annuus /Sunflower) Seed Oil, Magnesium Chloride, CI 77891/Titanium Dioxide, CI 77492/Iron Oxides, CI 77491/Iron Oxides, CI 77499/Iron Oxides.
*Ingredienti da agricoltura biologica/Ingredients from organic farming
**Ingrediente prodotto con ingredienti biologici/ingredient manufactured with organic ingredients

Interessante! Intuisco subito che il prodotto è a metà tra la skincare ed il makeup, ricco di oli vegetali che apportano nutrimento ad idratazione all’epidermide:

  • L’olio di dattero ha qualità idratanti ed elasticizzanti, che aiutano a prevenire l’invecchiamento e a contrastare le rughe: è talmente versatile che l’utilizzo è consigliato sia su pelle secca e sensibile che grassa ed acneica, perché gode di virtù riequilibranti. Un vero e proprio rimedio di bellezza naturale!
  • Olio di macadamia, altro toccasana per la pelle, le sue proprietà emollienti ne fanno un prodotto ideale per la pelle bisognosa di idratazione
  • L’ amido di riso svolge un’azione benefica per le pelli con problemi di eccessivo sebo
Dunque, ricapitolando

Idratante, riequilibrante, antiage: sembra perfetto per la mia pelle perennemente assetata! A pensarci bene, credo di non avere nulla di simile nelle mie infinite scorte.

Ad essere totalmente sincera, non ho trovato ancora il fondotinta BIO che soddisfi totalmente le mie esigenze, per cui talvolta ricorro ancora a quelli siliconici. KEEP CALM… ho scritto “talvolta”!

Sappiate non ne acquisto uno da un bel pezzo, sto smaltendo tutte le vecchie scorte e soprattutto ho preso la sacrosanta decisione di non utilizzare MAI più fondotinta troppo coprenti: sono pesanti, occlusivi e trovo che diano al viso un aspetto invecchiato; ma soprattutto , grazie al bio, non ho più imperfezioni evidenti, per cui ne cerco uno dalla coprenza media:

WELCOME HOME, BIO PERFECTION!

Premetto che c’è stato uno scambio di informazioni tra me e Lepo, per stabilire la tonalità adatta. La gamma colori ne comprende soltanto tre, al prezzo di € 32,00

  • 01 NUDE dedicata alle pelli chiare,
  • 02 BEIGE NATURAL (probabilmente la più indicata per la mia carnagione media con sottotono neutro)
  • 03 BEIGE AMBRATO: alla fine la scelta è caduta su quest’ultima, la più scura, perché mai? Vivo in una città di mare, mi piace correre e fare lunghe passeggiate sulla spiaggia, e la primavera è alle porte, per cui ho considerato che, nonostante la protezione solare, presto sarò già abbronzata.

Ne verso subito alcune gocce sul dorso della mano: il prodotto ha una consistenza apparentemente liquida, ma è corposo, infatti resta fermo li senza colare, nonostante i miei ripetuti movimenti.

OMG… mi sembra troppo scuro!

[A true love story] Bio Elisir Olio Booster – Lepo

In preda al panico ne verso alcune gocce su fronte e guance, direttamente dal contagocce: (confermo, NON COLA!) e inizio a stendendolo con le mani.

No, non ho acquistato un milione di pennelli per poi utilizzare le mani, ma alla prima prova mi piace “sentire” il prodotto. Esattamente come recita il sito:

La sua texture molto fluida, dal tocco vellutato, si fonde con la pelle senza appesantirla, regalando immediatamente un aspetto naturale, levigato e uniforme.

Mi piace!

Il colore è leggermente più scuro del mio incarnato, ma ben sfumato si armonizza perfettamente, risultando molto naturale, donando quel tocco caldo tipo “pelle baciata dal sole”.

Vorrei evitare la cipria, ma sono ancora sotto shock per il caso FARSALI e decido di spolverizzarne un discreto quantitativo, visto che ho applicato l’olio booster come base… ed è un COLPO DI FULMINE!!!

#finalmenteunagioia

 

Diversi giorni dopo

In questi giorni ho fatto molte prove ed ho applicato il fondotinta utilizzando, a rotazione, tutti i miei accessori preferiti: è un prodotto che si applica senza particolari difficoltà, grazie alla sua texture scorrevole ed è abbastanza modulabile.

Per un effetto più fresco, naturale, leggero va applicato con la spugnetta in gommapiuma o una beauty blender bagnata e strizzata: direi la soluzione ideale per un makeup veloce, da tutti i giorni: è luminoso, dona un aspetto radioso, leggermente glow ma non lucido.

[A true love story] Bio Elisir Olio Booster – Lepo

L’applicazione ideale è con un pennello a setole fitte: ne ho uno dalla forma leggermente squadrata, che garantisce una stesura uniforme, precisa ed armoniosa. Ideale se voglio leggermente stratificare il prodotto in alcune zone, lasciando alla spugnetta e/o beauty blender il compito di sfumare bene i bordi ed alleggerire alcuni punti. Quello che apprezzo particolarmente è che non va a depositarsi nei solchi o nei pori dilatati, neppure sovrapponendo più strati. Non ho pellicine, ma dubito che possa evidenziarle.

Riassumendo

  • Il finish è molto confortevole, non secca minimamente, anzi lascia la pelle idratata e morbida a lungo, non si formano antiestetiche “crepe” in corrispondenza delle linee di espressione;
  • Dura abbastanza a lungo, con e senza cipria e si consuma in maniera omogenea;
  • Nonostante gli oli in formula è leggero, non si sente, non fa spessore, sembra di aver indossato un prodotto skincare piuttosto che un fondotinta;
  • E’ perfetto per le pelli mature, per pelli secche di qualunque età ma indicato anche alle pelli più giovani alla ricerca di un finish che conferisca alla pelle un aspetto levigato e molto luminoso! Meno adatto a chi ha bisogno di coprire imperfezioni evidenti e per chi cerca espressamente un effetto matte.

Siamo diventati inseparabili!

Ecco la mia nuova routine quotidiana:

  • una goccia di olio booster nella crema idratante;
  • primer opacizzante bio;
  • Bio Perfection applicato con il pennello KVD;
  • un velo di cipria illuminante;
  • matita nera;
  • blush;
  • mascara;
  • rossetto.

Pronta in 10 minuti! Di questo passo corro il rischio di diventare PUNTUALE!

E’ una mia impressione? No, fidatevi, da giorni continuo a ricevere decine di complimenti per la pelle luminosa

Proprio oggi ho incontrato Maria, una delle mie migliori amiche, nonché partner in crime in scorribande makeuppose: vi riporto le sue testuali parole:

Un fondo bio? Non ci credo!!! Hai un aspetto meraviglioso, sembra che tu non stia indossando nulla, se non la tua pelle, MA PIU’ BELLA! Tienitelo ben stretto!!!

Tranquilla Maria, e chi lo molla più! La missione è conclusa? Non ancora… Vi do appuntamento a settembre, per la…

LEPO SUMMER EDITION

Approfondirò l’esperienza d’uso con il caldo torrido e il confronto con altri fondotinta che ho usato bio e non, nonché quello con il Biolift, l’altro prodotto sempre Lepo.

[A true love story] Bio Elisir Olio Booster – Lepo

Eh già, perché in questi giorni mi sono recata in INCOGNITO presso una farmacia: non ho trovato la linea makeup, ma la responsabile mi ha promesso di ampliare la gamma referenze dell’azienda e mi ha gentilmente omaggiato alcuni campioncini: per non compromettere l’anonimato, già che c’ero ho preso il siero Nutriciglia.

La carta Visa: “E io pagoooooooo!”
Articolo scritto da Amina Shimmer

TOP pennelli: le guide di MitruccoBio

Questo articolo è proprio per voi, sì, sì voi che siete affette da “pennellite acuta”. Voi che ogni pennello è un ricordo di un makeup in particolare… Ma anche per voi che state muovendo i primi passi nel mondo del makeup e non sapete quali sono i pennelli essenziali che non devono assolutamente mancare nel vostro stash per avere risultati strabilianti anche se non siete MUA professioniste.

Contina a Leggere