Setaré, scopri i must have del brand [II parte]

Setaré - must have

Buongiorno bellezze, oggi torniamo a parlare dei must have Setaré, con la seconda e ultima parte della nostra recensione. Prodotti irrinunciabili del brand, provati dalle nostre blogger. Una recensione che prende in considerazione diverse tipologie di donna, di pelle, di capelli. Siete pronte? Buona lettura!

Se vi siete perse la prima parte, potete leggerla QUI.

 

I must have del brand

Shampoo capelli secchi, zuccheri del frumento

Sono sempre alla ricerca dei prodotti giusti per domare i miei ricci tendenti al crespo, che si gonfiano e perdono forma con nulla.

Di questo shampoo mi incuriosivano gli ingredienti ad azione idratante, condizionante e ristrutturante:

  • tensioattivi derivati dalla noce di cocco, che lavano delicatamente e senza alterare l’equilibrio naturale del capello e del cuoio capelluto;
  • zuccheri di frumento, da cui si ottiene il D-glucosio che si lega alle componenti amminoacidiche della cheratina, mantenendo la giusta idratazione del capello;
  • aloe, mandorle dolci e malva, i cui estratti, lavorando in sinergia, apportano un’azione emolliente.

Il flacone contiene 250 ml di shampoo, con un PAO di 6 mesi e costa € 11,40. Non proprio economico, ma vi assicuro che ne basta poco per avere un buon lavaggio.
Il prodotto si presenta in forma liquida-gelatinosa e trasparente, che vira sul color ambra chiaro.

Shampoo capelli secchi, un must have di Setaré

Ha un profumo molto forte e floreale, un odore piuttosto deciso e persistente che potrebbe non piacere a tutti. Io ne uso poco e diluito con molta acqua, per renderlo ancora più delicato. Va massaggiato su i capelli bagnati e sciacquato abbondantemente.

Al risciacquo dà una bella sensazione di pulito, anche se al primo impatto ho avuto l’impressione che fosse stato un trattamento po’ troppo “sgrassante” per i miei capelli, che da bagnati sentivo sottili e appiccicosi. Dopo aver tolto l’acqua in eccesso e applicato il balsamo, questa sensazione era già sparita. Nel complesso l’ho trovato un buon prodotto, con il dosaggio giusto. Sicuramente da riacquistare.

Barbara, Son nata Paperoga

Shampoo capelli grassi

Devo fare una piccola premessa: i miei capelli litigano con gli shampoo eco-bio. Quelli per capelli grassi sono di solito abbastanza sgrassanti, e mi ritrovo spesso a fare i conti con l’effetto rebound.  Inoltre le punte tendono a essere secche e, andando a correre, devo comunque lavarli più spesso perché sudo tantissimo in testa.

Uso ormai da un po’ in modo continuativo lo shampoo con bardana e menta di Setarè e ho trovato che lava bene la cute senza irritarla o aggredirla e non va a seccare o annodare le lunghezze.  Non l’ho mai alternato con altri, e finora mi lascia soddisfatta.

Shampoo capelli grassi. un must have di Setaré

Dopo la mia solita lotta con lo spargishampoo per capire il dosaggio corretto, ho capito che per me questo shampoo funziona se lo diluisco molto. Non riesco ad utilizzarlo puro. Fa una buona schiuma, ma non eccessiva. Il profumo è molto buono, ma non persistente.

Direi promosso a pieni voti!

Noe

Questo prodotto l’ho acquistato nello specifico per il mio ragazzo, che più di me ha curato negli anni la problematica dei capelli grassi,giungendo finalmente al traguardo di lavarli una sola volta a settimana.

Entrambi durante le prime settimane di utilizzo ci siamo trovati discretamente bene, il capello appena lavato resta pulito profumato e leggerissimo.

Come lo uso

Noi lo usiamo ben diluito e generalmente facciamo un unico accurato lavaggio.

Questo shampoo fa la giusta schiuma (per i maschietti capelloni è di vitale importanza!), non irrita la cute, non aggredisce il capello.

Il risultato non è però duraturo come speravamo!

Purtroppo per entrambi il tempo tra un lavaggio e l’altro è leggermente diminuito, ma soprattutto, dopo un mesetto sulla testa del mio ragazzo è ricomparsa una lieve forforina.

Significa che questo shampoo non fa per lui, per cui lo abbiamo terminato e siamo indecisi sul ricomprarlo.

Va detto che il flacone ci è davvero durato molto nonostante l’utilizzo in tandem, e questa è una nota a mio avviso parecchio positiva.

In più credo che ogni capello e relativa esigenza siano soggettivi, i prodotti vanno provati e soprattutto valutati con le giuste tempistiche ed in base alle proprie problematiche ed i propri obiettivi.

Tuulen Tytar

 

Balsamo crema con estratti di miglio e avena

Da quando sono diventata doppiamente ventenne (un modo politicamente corretto per dire che ho passato la quarantina…), ho abbondantemente maltrattato i miei capelli con l’uso e l’abuso di tinte e intrugli vari, fino a ritrovarmi in testa un pagliericcio spento e informe. Avevo quasi iniziato a perdere le speranze, finché c’è stato un incontro che ha segnato la svolta e ha avuto quasi del “miracoloso”.

Approfittando di una promozione ho voluto acquistare il tanto decantato balsamo Setaré, ed è stato amore a prima “sniffata”. La cosa che mi ha subito colpita, infatti, è stato proprio il profumo, inconsueto per un balsamo, e più frequente invece in creme viso o creme corpo. Un odore che è un misto di floreale e muschiato, voluttuosamente sensuale. Una capriola che ci proietta nel cuore dell’estate. Una nuvola aromatica che resta sospesa come un’aura per giorni. Anche la consistenza del prodotto è piuttosto inedita, si tratta infatti di una crema di bellezza densa e ricca, che avvolge la fibra capillare e scivola sulle lunghezze con estrema facilità.

Come lo uso

Nelle indicazioni d’uso viene consigliato un tempo di posa di 5 minuti ma io, che vado sempre di fretta, ho ridotto il tempo a meno della metà e il risultato è ugualmente stupefacente. I capelli risultano subito ammorbiditi, idratati e districati. Se non sapessi che si tratta di un prodotto totalmente naturale mi verrebbe spontaneo pensare alla presenza di siliconi. Io ho i capelli abbastanza lunghi, ricci, crespi e particolarmente fini e facili alla rottura, ma con una quantità di prodotto pari a una moneta da due euro riesco tranquillamente a disciplinare tutta la chioma.

Il pack è molto semplice, ma elegante. Consiste in un flacone di plastica rigido con tappo a scatto e apertura a beccuccio, che permette la fuoriuscita della giusta quantità, evitando gli sprechi. Unica nota che posso rilevare è che, non essendo trasparente, non permette di capire quando il prodotto sta per terminare.

La quantità è di 250 ml. di prodotto, con PAO di 6 mesi e certificazione ICEA.

Arianna

Balsamo crema con estratti di miglio e avena, un must have di Setaré

Con questo caldo i miei capelli sono più indomabili e fragili del solito, apparendo crespi a ogni cambiamento di temperatura, tra aria condizionata e caldo infernale.
Ho voluto provare questo balsamo crema con l’intento di ridare vita a un riccio un po’ moscio e anarchico, dove ogni capello va nella direzione sbagliata.

Ero alla ricerca di un buon prodotto, e quando ho letto che questo conteneva estratti di miglio e avena mi sono incuriosita, perché i sali minerali e le vitamine al suo interno ristrutturano e rinforzano la struttura del capello.

Cosa ne penso

Questa formulazione mi piace perché è leggera come un balsamo ma nutriente come una crema. Basta infatti applicare il balsamo uniformemente sui capelli lavati e lasciato in posa solo per 5 minuti. Il prodotto districa perfettamente i capelli, dona morbidezza e lucentezza ai ricci rendendo lo styling più pratico.

La profumazione è intensa ma piacevole, con note di muschio. All’inizio l’ho trovata molto forte, come lo shampoo, ma una volta applicato diventa piacevole e persistente anche dopo il risciacquo. La texture è liscia e abbastanza corposa da rendere facile e omogenea l’applicazione, non ne serve molto e fa un ottimo lavoro.

I miei ricci sono hanno ripreso corposità e vitalità già dopo poche applicazioni.
Sono rimasta molto stupita nel complesso da questo prodotto, lo consiglio assolutamente alle ricciolute o a chi possiede chiome indomabili.

Barbara, Son nata Paperoga

Ho i capelli molto sottili, tendenti al crespo, che curo da diversi anni con henné ed erbe ayurvediche, e devo ammettere che le uso con grande soddisfazione e per più volte al mese. Di conseguenza per me shampoo e balsamo sono diventati prodotti secondari, uso  a seconda delle mie problematiche l’erbetta con le giuste proprietà e risolvo piuttosto facilmente.

Questo balsamo l’ho quindi acquistato con la sola funzione di aiutarmi a pettinare i capelli dopo il risciacquo dei miei trattamenti e richiudere le squame.

Sono stata attirata dalla presenza in formulazione del Behenamidopropyl dimethylamine, un condizionante che in questo genere di prodotto è spesso presente ed è molto funzionale.

In più miglio, noto ristrutturante per capelli, e avena con notevoli proprietà idratanti mi hanno convinta.

E ancor di più mi ha convinta dopo averlo utilizzato, sin dalla prima applicazione!

Mi è bastata una una piccola noce di prodotto massaggiata sulla chioma per districare e ammorbidire facilmente i capelli.

La consistenza è molto cremosa ma il balsamo non risulta affatto pesante, la profumazione è discreta, floreale e duratura, i capelli restano lucidi, leggeri, disciplinati.

Mi ha aiutato con il crespo?

Si molto, pur tenendolo in posa per pochissimi minuti enfatizza l’effetto delle mie amate maschere ayurvediche.

Lo ricomprerò?

Sicuramente si, oltretutto mi è durato davvero tanto e non l’ho utilizzato da sola!Trovo che il rapporto quantità-qualità/ prezzo sia eccellente.

Ma questo aspetto non è altro che uno dei tanti valori aggiunti di questa azienda.

Tuulen Tytar

Sapone liquido mani

Questo sapone liquido è molto delicato, ma nello stesso tempo garantisce una detersione profonda.

Grazie al dosatore del dispenser in cui è contenuto, esce solo una piccola quantità di prodotto sulle mani, che risulta però sufficiente per una buona detersione, senza sprechi. Dopo il risciacquo la pelle è pulita, vellutata, idratata e tanto profumata. Mentre con gli altri saponi sento la necessità di applicare una crema mani, con questo di Setarè non ne sento il bisogno. Inoltre la pelle trattiene il piacevole profumo per un bel po’. Non pensavo fosse possibile innamorarsi di un sapone, poi invece è arrivata Setarè!

Noe

Sapone liquido mani, un must have di Setaré

Ho la pelle delle mani normale, non eccessivamente sensibile e secca. Ormai però sono abituata a detergenti bio e quando uso detergenti troppo aggressivi le mie mani lo sentono.

Tempo e modo di utilizzo

Non lo uso nella confezione originale ma lo travaso nei dispenser che abbiamo in casa, due nei bagni e uno in cucina accanto al lavello. Lo uso tutti i giorni più volte al giorno, per adesso solo per le mani ma lo proverò anche per il viso.

Impressioni personali

Ho acquistato questo prodotto circa 5 mesi fa su consiglio della proprietaria di una bioprofumeria che conosco e di cui mi fido.

Arrivata a casa ho guardato meglio gli ingredienti e ho notato, già dal nome sulla confezione, tea tree oil e olio di neem.

La mia testa li ha classificati come profumi poco gradevoli, senza annusarli, e mi sono pentita dell’acquisto. Ho quindi travasato il detergente nel dispenser della cucina contando almeno sulla sua azione igienizzante.

Poi mi sono lavata le mani… ed è scattato l’amore. L’espressione potrebbe far sorridere riferito ad un detergente mani ma rende bene l’idea.

Il prodotto ha la consistenza perfetta, né troppo liquida né troppo densa, e questa cosa è importante per non sprecarne.

Lava bene, è delicato, non lascia sulle mani quella spiacevole sensazione di secchezza, sia in inverno che adesso con il caldo.

E il profumo è quello che mi ha davvero conquistata, contro ogni aspettativa. Non so descriverlo ma è fresco, delicato e particolare allo stesso tempo (ricordiamoci sempre i due ingredienti citati sopra).

Giudizio finale

Come avrete capito questo prodotto mi piace moltissimo. Ne sono quasi gelosa tanto che sto meditando di non metterlo in tutti i dispenser della casa.

Anche perché questo prodotto ha un difetto per i miei parametri, ovvero il prezzo. 11,90€ per un sapone mani sono tanti. Diciamo che me lo concedo come sfizio, alternato ogni tanto ad altri più economici.

Anzi adesso corro a ricomprarlo perché ho finito la prima confezione e non lo sto usando da troppo tempo!

Dunja

Crema mani

Premetto che ho avuto un’esperienza singolare con la prima crema che ho preso (ebbene sì, mai fermarsi alle prime impressioni!). Aveva uno strano odore, a me personalmente ricordava l’alcol, e si spalmava veramente male. Era decisamente troppo pastosa e lasciava la pelle unta. Dubbiosa, ho deciso, complice l’ottima fama dell’azienda, di confrontare la mia crema con una seconda crema mani Setaré, per capire se il problema fosse il mio prodotto o proprio il prodotto di per sé.

Crea mani, un must have di Setaré

Cosa contiene

L’odore è decisamente floreale con un retrogusto amarognolo. Tra gli ingredienti troviamo infatti estratti di arnica, calendula e camomilla, piante conosciute per le proprietà lenitive, e la propoli, che grazie alle proprietà antibatteriche è adatta anche a chi ha le mani che presentano piccoli taglietti. Completano la formulazione sostanze dall’azione nutritiva e vellutante come il burro di karité e il burro di cacao. La crema si stende molto bene, la mia pelle secca la “beve” subito. Forse addirittura troppo in fretta per essere annoverata tra le mie creme del cuore, ma devo dire che questo presenta alcuni vantaggi, primo fra tutti il poter riprendere velocemente in mano il cellulare, senza che questo sgusci ovunque.

Il PAO del cosmetico è di 6 mesi, il costo è di 9,60 euro per 75 ml di prodotto.

Vi lascio una foto dell’INCI.

Isabella

Detergente intimo

Ho 37 anni, la zona intima sensibile ma non eccessivamente. Ho dovuto smettere alcuni detergenti intimi, anche bio, perché troppo aggressivi, altri invece li ho trovati troppo poco efficaci.

 Tempo e modo di utilizzo

Ho iniziato ad usare il detergente intimo circa 1 mese fa. Lo uso tutti i giorni, più volte al giorno, sia nel periodo del ciclo che non.

Mi piace anche la confezione in plastica semirigida con l’erogatore a pompetta, io utilizzo solo una “pushata” di prodotto per volta. 

Impressioni personali

Il detergente intimo Setaré è color giallino trasparente, la consistenza è perfetta perché non troppo liquido e quindi non si spreca prodotto.

La profumazione, fresca e delicata al tempo stesso,  influisce sicuramente nel mio giudizio decisamente positivo. La salvia e il timo si sentono ma in modo non invadente.

Il prodotto fa una leggera schiuma, pulisce bene senza essere aggressivo e lascia una sensazione di freschezza.

Giudizio finale

Questo detergente ha scalato senza dubbio la classifica ed è diventato il mio preferito per consistenza, detergenza profonda ma delicata, sensazione che lascia dopo l’utilizzo.

E indubbiamente per la profumazione, da cui sto diventando dipendente.

Sul mercato si possono trovare buoni detergenti intimi bio ad un prezzo più basso ma continuerò a comprarlo (magari alternandolo per non assuefarmi) perché è davvero un prodotto molto valido.

Dunja

Detergente intimo, un must have di Setaré

Ho ricevuto questo prodotto in un calendario dell’avvento ed è stato il mio primo detergente intimo biologico. Ho sempre preferito usare quelli di farmacia, soffrendo spesso di cistiti.

Quando l’ho annusato, il suo profumo mi ha avvolta e rilassata e ho deciso di provarlo comunque perché mi ha subito ispirato fiducia. Si sentono molto il timo, la salvia e anche la menta. Ho provato tantissimi detergenti intimi, ma pochi sono quelli che mi sono rimasti a cuore perché è difficile trovarne di efficaci ma delicati, e posso dire che Setaré è entrato a far parte dei miei preferiti.

Come lo utilizzo

Il suo utilizzo è semplice, basta dosare una piccola quantità di prodotto sull’incavo delle mani, applicarlo sulle zone intime e risciacquare con cura.

Il colore è ambrato, giallino, e la consistenza leggermente gelatinosa. Fa una schiuma leggera, pulisce perfettamente e si sciacqua facilmente. I primi giorni ho notato un effetto freddo stile “Chilly” che nei giorni seguenti si è però affievolito, quindi lo trovo rinfrescante e piacevole da usare.

Il packaging è molto funzionale e pratico, anche se è difficile capire quanto prodotto rimanga all’interno del dispenser, essendo questo di plastica rigida, verde e si fa fatica a dedurlo anche in controluce, quindi sono costretta ad aprire e misurare nella cannuccia dove arriva. Penso che un colore differente di packaging o una piccola banda trasparente sul lato si risolverebbe questo piccolo difetto. Il prezzo è di 9.80€ per 250 ml, dura parecchio ed essendo biologico, certificato e soprattutto un buon prodotto, ha un giusto rapporto qualità prezzo, e mi sento di consigliarvelo.

Sostanze funzionali:

  • Tensioattivi da olio di cocco: delicati ed efficaci, altamente biodegradabili, detergono con dolcezza senza alterare il naturale equilibrio lipidico dell’epidermide;
  • Estratti biologici di salvia e timo: dalle foglie di queste preziose piante aromatiche si ottengono estratti particolarmente ricchi in attivi ad azione rinfrescante, deodorante e igienizzante;
  • Estratti biologici di eucalipto e menta piperita: esercitano sulla pelle una piacevole azione rinfrescante e deodorante.

INCI

Aqua [Water], Cocamidopropyl hydroxysultaine, Sodium cocoyl sarcosinate, Cocamidopropyl betaine, Sodium chloride, Eucalyptus globulus leaf extract (*), Mentha piperita (Peppermint) extract (*), Salvia sclarea (Clary) extract (*), Thymus vulgaris (Thyme) flower/leaf extract (*), Benzyl alcohol, Parfum [Fragrance], Sodium benzoate, Glycerin, Sodium dehydroacetate, Lactic acid, Linalool. (*) da agricoltura biologica / from organic agricolture

Valeria P.

Bene, il viaggio è stato lungo ma entusiasmante. Speriamo di avervi dato degli ottimi spunti raccontandovi le nostre esperienze, diverse per specificità ed esigenze, con i must have di Setaré.

Fateci sapere se questo tipo di recensioni vi piacciono lasciando un commento nel box qui sotto.

Alla prossima!

Articolo di Le Blogger siamo noi

Setaré - Must have

Precedente Maschera capelli all'olio di argan, Qualikos Successivo Maschera viso idratante, Avril

4 thoughts on “Setaré, scopri i must have del brand [II parte]

Lascia un commento